Maria Luisa Ronchi

Nel 1965 diventa la prima sommelier donna d’Europa…

Una storia iniziata nel 1865 con Giovanni Ronchi e che arriva fino a Maria Luisa Ronchi, quinta della generazione. La Famiglia Ronchi produceva vino in piemonte, poi nonno Virginio apre un’osteria ed una bottiglieria a Milano, che, con il figlio Edoardo si trasforma e diventa “Antiquario di vini”, un cenacolo dedicato ai conoscitori. Edoardo era un antesignano e un grande esperto con una clientela esigente. Edoardo è il padre di Maria Luisa Ronchi e le lascerà una cantina di 45.000 bottiglie. Dopo la scomparsa precoce Maria Luisa interromperà i propri studi di scenografia per dedicarsi al vino, prima la Scuola di enologia applicata in Borgogna, poi prima Sommelier donna d’Europa.

Successivamente inventerà il ”Salotto del vino”, luogo che riflette la sua passione e il suo pensiero;  “… per me l’enoteca era un luogo di incontro, in cui la gente doveva venire non solo per comprare, ma per assaggiare, conoscere, rilassarsi…”

Maria Luisa Ronchi